Domenica 2 Gennaio 2011


CINECLUB DOMENICA UNCUT

DOMENICA 2 GENNAIO 2011

OMAGGIO ALL’ULTRA-GORE AMATORIALE TEDESCO

Orari proiezioni:

Ore 18:30 THE BURNING MOON di Olaf Ittenbach, 1992.
(V.O. sott. in Italiano)

Ore 20:45 VIOLENT SHIT 3 – Infantry of Doom di Andreas Schnaas,1999.(V.O. sott. in Italiano)

Ore 22:00 DAS KOMABRUTALE DUELL di Heiko Fipper, 1999.
(V.O. sott. in Italiano)

***

Presso TWIGGY CLUB Via De Cristoforis n.5 Varese.

Proiezione gratuita. Ingresso con tessera arci.

▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀

THE BURNING MOON

“Il film si divide in due episodi legati assieme da un filo conduttore rappresentato da un tossicodipendente che racconta storie dell’orrore alla sorellina.

Ittenbach confeziona un prodotto davvero interessante dirigendo con mano salda il film e shoccando piu’ volte per la brutalita’ di alcune scene. Ma aldila’ dello splatter(ottimi gli effetti speciali) quello che piu’ colpisce del film e’ l’atmosfera pesante, cupa ed estremamente soffocante. Dietro la violenza e gli sguardi gelidi degli attori si cela tutta la nevrosi dell’uomo, tutta l’alienazione a cui ci spinge la societa’ stessa. La luna ardente del titolo appare nel finale mentre il protagonista si suicide tagliandosi il polso con un rasoi. La luna che rappresenta il sogno, l’illusione, l’obbiettivo da raggiungere che brucia. si consuma e svanisce lasciando solo il vuoto.” (Estratto della recensione di Alex Visani pubblicata su www.alexvisani.com)

▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀

VIOLENT SHIT 3 – Infantry of Doom

“Ecco a voi il kolossal di Andreas Schnaas. Girato in digitale ad ottima risoluzione, con molte comparse e con un’ambientazione suggestiva il film si avvale di eccellenti effetti ultra-splatter. La mano di regia si è fatta più sicura e la prima parte della storia è diretta molto bene, poi si passa un po’ troppo alla telecamera a mano e le idee latitano un pochino. Comunque il risultato finale è davvero stupefacente (visto e considerato che viene da Schnaas..famoso per le sue assurde sciatterie registiche) ed il film è una continua ed esasperata citazione di tutti i trash orientali! Ci sono duelli fra ninja ed un finale in stile Godzilla. Il lato splatter è davvero estremo,realistico,brutale. Ad un uomo viene infilato un gancio nel sedere e da li’ gli viene estratta l’intera spina dorsale! Un altro viene squartato in stile “Hellraiser” e poi ancora mutilazioni,sevizie e chi più ne ha più ne metta!”(Estratto della recensione di Alex Visani pubblicata su www.alexvisani.com)

▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀

DAS KOMABRUTALE DUELL

“Amatoriale tedesco che si candida come uno dei film più splatter della storia. La trama vede due gruppi di immortali che si fronteggiano e che si scannano vicendevolmente. Nonostante le mutilazioni e le ferite mortali che si procurano, i personaggi del film si rialzano sempre, ed in un batter d’occhio sono di nuovo pronti a darsi battaglia. Si va avanti cosi’ fino al finale in cui solo i più forti riusciranno a spuntarla. La storia è tutta qua..un paio di righe usate come puro pretesto per mostrare una quantità di efferratezze davvero allucinanti. Gli attori passano tutta la durata del film a malmenarsi,mutilarsi e sventrarsi senza esclusione di colpi. Avrò visto decine e decine di litri di sangue scorrere dinanzi lo schermo e gli stessi protagonisti ne sono praticamente coperti da capo a piedi per tutta la durata della pellicola. Gli effetti sono di buona fattura e ci sono alcuni momenti davvero geniali nella loro parossistica follia. Uno su tutti quello in cui due amici vogliono aiutare un terzo a cui è stato fatto saltare il cranio per metà. Cosi’ uno dei due vivi si sacrifica donando parte del suo cervello all’altro! La materia celebrale viene inserita nel cranio spappolato che a sua volta viene aggiustato con dosi massicce di silicone (!?!)..risultato? Il defunto si rialza in piedi pronto subito ad una nuova battaglia!!! Un film eccessivo insomma, caratterizzato da un buon supporto video digitale ed un montaggio veloce eseguito al computer. Heiko Fipper (alla sua prima prova da regista) ha imparato bene la lezione ultra-gore di Schnaas mostrando uno stile e delle capacità sicuramente superiori a quelle del suo regista ispiratore”  (Estratto della recensione di Alex Visani pubblicata su www.alexvisani.com)

▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...