DOMENICA 13 FEBBRAIO


CINECLUB DOMENICA UNCUT

Domenica 13 febbraio

ORE 18:30

THE HUMAN CENTIPEDE

di Tom Six, 2009.
(V.O. sottotitolato in italiano)

***

ORE 21:00

A SERBIAN FILM

di Srdjan Spasojevic, 2010.
(V.O. sottotitolato in italiano)

***

Presso TWIGGY CLUB Via De Cristoforis n.5 Varese.

Proiezione gratuita, Ingresso con tessera arci.

▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀

THE HUMAN CENTIPEDE

“In Olanda, terra natia del regista Tom Six, una battuta viene fatta quando qualcuno parla a sproposito: gli viene detto che la sua bocca sarà collegata all’ano di un camionista.
L’idea di The Human Centipede ovvero “Il Millepiedi Umano” nasce proprio da qui. Tom Six prende alla lettera questo simpatico scherzetto e crea una storia ad hoc per portarlo sul grande schermo.”

“Ecco quindi che le due fanciulle sprovvedute e un ignaro ragazzo giapponese catturato lungo la strada, vengono narcotizzati e legati a letti ospedalieri nella cantina asettica dell’abitazione del dottor Heiter, il quale non esita un attimo a spiegare loro (e a noi spettatori) l’operazione che andrà a eseguire sui loro poveri corpi. I lucidi che il dottore proietta sul muro sono decisamente esplicativi: vengono prima tagliati i menischi/legamenti del ginocchio (per far muovere le vittime solamente “a gattoni”) e successivamente uniti l’ano dell’uno con la bocca dell’altro, a formare un unico apparato digerente per il millepiedi umano così realizzato. Jap-boy in testa e ragazze a seguire, per un nuovo animaletto domestico strisciante da accudire ed educare.”
(Estratti della recensione di Niccolò Passolunghi pubblicata da Nocturno.it)

 

▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀

A SERBIAN FILM

Empire l’ha definito il “film più depravato della storia del cinema”

Necrofilia, splatter, violenza, torture, un macabro helzapoppin presentato con un’attenzione per la forma certosina e una coerenza narrativa assoluta. Già, perché proprio questo è l’elemento più straniante e inquietante dell’intero progetto: lo straordinario talento dimostrato sia dal cast, assolutamente fuori parametro, sia dallo stesso Spasojevic che gira con disarmante fermezza e assenza di retorica scene che avrebbero fatto perdere il sonno a qualunque altro regista. Niente ciarpame alla Hostel, per intenderci e siamo davvero lontanissimi dalla classica finta e patetica produzione messa in piedi per épater le bourgeois: la sceneggiatura, pur con alcune sbavature, è solida e convincente, e racconta una storia che, se da un certo punto di vista ha una forte valenza metaforica (la Serbia presentata come un informe insieme di strade deserte battute solo da puttane e criminali) , dall’altro propone scene e situazioni totalmente fuori di testa, seppur presentate con una abilità tecnica e un talento brillanti (epifanica la sequenza finale, di straordinario impatto emotivo, che accumula una tensione e una drammaticità insostenibili , girata in maniera eccelsa ma che si chiude con un twist di inaudita ferocia). Che dire? Sembra incredibile che un progetto del genere sia andato in porto ed escludo al 101% che A Serbian film possa approdare nelle sale italiane (nonostante fosse presente a Cannes) perchè, visti i temi trattati e sopratutto COME sono trattati, al primo spettacolo si rischierebbe la Terza Guerra Mondiale. In questo senso il messaggio contro il  “fascismo perbenista” lanciato da Spasojevic è fin troppo chiaro, anche se sarebbe davvero un peccato che un regista così talentuoso restasse marchiato a vita a causa di un’opera che comunque peserà come un macigno sulla sua carriera. In ogni caso, la  segnalazione è d’obbligo e così pure l’avvertenza a coloro che volessero cimentarsi nella visione: almeno quattro sequenze vi resteranno impresse nella testa a lungo e no, non per la loro gradevolezza.  Controverso.

▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...