[9/10] Proiezione HAUSU ハウス + JIGOKU 地獄


DOMENICA 9 OTTOBRE

Orari proiezioni:

Ore 18:30

HAUSU (ハウス) di Nobuhiko Obayashi, 1977.
(VO sott. in italiano)

Ore 21:00

JIGOKU (地獄) di Nobuo Nakagawa, 1960.
(VO sott. in italiano)

▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀
CINECLUB DOMENICA UNCUT
Presso:
TWIGGY CLUB
Via de Cristoforis n.5 Varese.

PROIEZIONE GRATUITA

▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀

HAUSU


“Il film di Obayashi è pura follia lisergica che disorienta completamente lo spettatore sommergendolo letteralmente di colori, effetti speciali, soluzioni visive deliranti e tanta, tantissima pop-art.”

“Produzione giapponese del 1977, “Hausu” è una hippie-horror-comedy in cui, fra tonalità sgargianti, scenografie surreali ed improvvise impennate slapstick , si concatenano una serie di eventi pazzeschi che non concedono spazio alla logica e generano un viaggio psichedelico, a tratti, realmente sbalorditivo.”

“Grandissima varietà di tecniche visive ( stop-motion , ralenty , movimenti stroboscopici, velocizzazioni esasperate, saturazione dei colori, bianco e nero sgranato e chi più ne più ne metta…), tagli improvvisi da spot pubblicitario (non a caso Obayashi è stato un quotato regista di commerciali per la tv), sfumature romantiche e melense (ironiche) esasperazioni. Tutto questo, e molto di più, è “Hausu” che dimostra di anticipare incredibilmente i tempi proponendo, senza remora alcuna, innovazioni visive accostate a pura follia creativa.”

(Estratti dalla recensione pubblicata da  www.alexvisani.com)

 

 

▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀

JIGOKU

L’Inferno secondo Nakagawa: una discesa agli inferi tra allucinazione e sogno in una sperimentazione visiva senza precedenti, dove colori ed effetti speciali si fondono in un’unica tavolozza.

“Jigoku (o Hell, altrimenti noto come The Sinners of Hell) è una delle punte di diamante della produzione di Nakagawa Nobuo, maestro dell’horror giapponese. Abbandonando il territorio dei racconti tradizionali di fantasmi, Nakagawa amplia il suo sguardo e costruisce una storia altamente allegorica che mescola con coerenza i bassi istinti di sopravvivenza dell’uomo, le convenzioni sociali, le falsità di facciata e, su tutti, un incombente e ineluttabile senso della vendetta.

“Capolavoro di macabro pessimismo, Jigoku conquista con la sua forza evocativa e il suo oltranzismo trascendentale.
Nello stesso anno di Psycho, e ben prima di Hershell Gordon Lewis (il pur divertente ma raffazzonato Blood Feast è del 1963), Nakagawa Nobuo innesca un meccanismo filmico agghiacciante e al contempo disturbante, eccessivo, stordente, puntando su scene scioccanti ai limiti del gore tutt’altro che fini a se stesse, e anzi in grado di scardinare la razionalità di sequenze causali e temporali: un inabissamento nelle spire della colpa e dell’espiazione che non concede spiragli di fuga – se non nel dolore.”

(Estratti della recensione di Stefano Locati pubblicati da  www.asiaexpress.it)

▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...