[22/GEN] Proiezione ADDIO ZIO TOM + JOHN LOVER “UN FILM BRUTTO”


DOMENICA 22 GENNAIO


ORE 18:00

ADDIO ZIO TOM – Director’s cut

di Gualtiero Jacopetti, Franco E. Prosperi, 1971.

***

Ore 21:00

JOHN LOVER – Un film Brutto (2011)

Una produzione AZIONE CINEMA
Regia di Andrea Pascariello
Soggetto Paolo Gamerro
Montaggio di Fabio Terranella

▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀

CINECLUB DOMENICA UNCUT
Presso:
TWIGGY CLUB
Via de Cristoforis n.5 Varese.

PROIEZIONE GRATUITA

▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀

ADDIO ZIO TOM

In occasione della scomparsa pochi giorni fa del grande Gualtiero Jacopetti (1919 – 2011) e vergognosamente -com’era da aspettarsi visto il personaggio- pressoché ignorata da tutti i principali giornali d’informazione, voglio qui omaggiare il suo modo unico di aver inteso e praticato il cinema documentaristico nella declinazione tutta italiana dei “Mondo movies” proprio da lui creata con l’enorme successo internazionale delle pellicole che riuscì a realizzare, recensendo anche qui “Addio Zio Tom”, che è finalmente e davvero uno dei film meno concilianti e più incredibili mai realizzati. Il film migliore di Gualtiero Jacopetti e dell’inseparabile Franco Prosperi, il grande duo che ci ha dato “Mondo cane”, i quali riuscirono qui a compiere un film che definire controverso e potente è un eufemismo.


“Goodbye Uncle Tom” è come detto uno pseudo-documentario che si è occupato -e per inciso, anche coraggiosissimamente, non solo per il 1971- degli aspetti più macabri e scioccanti della schiavitù in America, molto prima che venisse trattato quasi, molto “quasi”, nelle stesse declinazioni come detto scioccanti e d’”exploitation” dal celebre serial tv “Radici” (Roots)(’78) di Richard T. Heffron. Questo film è, per inciso, splendidamente realizzato sotto ogni aspetto tecnico e si avvale di una delle colonne sonore più belle e riuscite di Riz Ortolani, collaboratore inseparabile di Jacopetti per le musiche -che con il tema “More” di “Mondo Cane” (’62) era arrivato al Golden Globe e all’Oscar per la Migliore Canzone Originale- e lo stile si fa sempre più personale, bizzarro, e assolutamente inincasellabile, a partire dallo splendido inizio con i due giornalisti che scendono dall’elicottero come provenienti dal futuro, nel bel mezzo di una piantagione di schiavi della prima metà dell’800.

E’ difficile riuscire a consigliare un film più brutale, e questo perché molte persone lo trovano molto difficile da superare ancora adesso, e men che meno da potercisi empatizzare. Molte persone lo trovano ancora piuttosto sconvolgente, ed è proprio questo il punto centrale del film.
Questo film non glorifica la schiavitù e il razzismo -come potrebbe- , ma te li spiaccica in faccia talmente tanto che ti ci puoi fare degli impacchi, e di tutto ciò puoi vedere realmente l’orrore.

“Addio Zio Tom”, difficile da vedere e da sostenere, ma un gran film. Ad avviso di chi scrive, il migliore, più completo, conciso e potente, di Jacopetti.

(Estratto della recensione di Napoleone pubblicata da http://robydickfilms.blogspot.com/)

▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀

JOHN LOVER

JOHN LOVER “UN FILM BRUTTO” è un film amatoriale trash davvero brutto girato da un gruppo di stronzi nell’estate 2009. Non ha trama, non ha sceneggiatura ed è stato fatto completamente a cazzo. Non credo piacerà a nessuno. Ad ogni modo…il protagonista indossa una bellissima maglietta dei KISS.

Una produzione AZIONE CINEMA
Regia di Andrea Pascariello
Soggetto Paolo Gamerro
Montaggio di Fabio Terranella

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...